Blister – pillole di insipienza

Pillole di insipienza per riuscire a sfangare la vita al meglio

la vita che cambia

Posted by Panzallaria on April 19, 2006

fino a una settimana fa pensavo al lavoro, ero stressata da tutti i cambiamenti, dalla politica italiana, dalle cose che vanno più o meno bene…fino ad una settimana fa ero una; ora siamo in due e tutto è molto diverso. Non è come acquistare una macchina che poi ti penti e la rivendi dopo un anno, non è come prendere un gatto, non è come smettere di fumare.

Da una settimana so di aspettare un figlio e non è come niente altro… 

Advertisements

Posted in pensieri sparsi | 3 Comments »

Non guardarmi non ti sento

Posted by Panzallaria on April 3, 2006

Sabato sera cena da amici a vario titolo coinvolti nel magico mondo del web e dell'informatica;

c'erano anche un nostro amico ciechetto e un ragazzo, che non conoscevo, sordo: entrambi professionisti del web. Ad un certo punto si sono messi a parlare tra loro e non ho potuto fare a meno di pensare al film di cui il titolo al post; è stato bello accorgersi come il web, strumento che amo sommamente per le sue potenzialità, riesca ad appiattire i problemi invalidanti di tanti ed ha creato un vero e proprio territorio di confine dove non c'è bisogno di mediatori interculturali, a parte i bit e la buona progettazione.

per quanto mi riguarda, ho fatto tante belle chiacchiere con entrambi e mi sono accorta che se con l'uno aguzzavo la vista e rendevo visibile la mia bocca, con l'altro mi vien da concentrarmi sui suoni; insomma – per una volta nella dissociazione – ho apprezzato entrambi i sensi come grande veicolo di comunicazione…

Posted in pensieri sparsi | Leave a Comment »

Italiani brava ggente

Posted by Panzallaria on March 27, 2006

In acceso clima pre-elettorale, oltre a quello che si legge sui giornali e si vede alla tivvù – politici che si ammazzano a parole per un pezzo di pane – mi schifano tante microesperienze del quotidiano che mi fanno venire una gran voglia di emigrare (e a quanto sento non sono l'unica!).

Altro che "italiani brava gente" come ci piace credere: siamo spesso una manica di intolleranti razzisti, che han tanto bisogno di eserciti di badanti straniere, visto che diventiamo sempre più vecchi, basta che non prendano casa sul nostro stesso pianerottolo…

In particolare, noi bolognese, nominalmente bonaccioni e dall'animo grande e rosso, siamo dei perbenisti da paura, tutti attaccati al nostro ricco salvadanaio e alla preservazione delle nostre provinciali certezze…

Non mi piace molto questo mondo.

Posted in sociology | 2 Comments »

Il mio matrimonio con lo Stato

Posted by Panzallaria on March 17, 2006

Voglio aprirmi la partita IVA e sembra proprio come sposarsi con qualcuno, acquistare una casa o aprire un mutuo trentennale: tutti che ti danno consigli – dei più diversi – e, dal commercialista all’impiegato dell’agenzia delle entrate, nessuno che ti sappia dire una cosa uguale a quella di un altro…

Insomma, ho capito che devo andare a sentimento, skippando le iazze che lanciano amici e parenti preoccupati del mio scarso patrimonio, skippando i troppo entusiastici e i troppo burocratici. Anche questa cosa, all’apparenza molto “legale” e irregimentata, in Italia deve essere affrontata con la giusta dose di fantasia…

Memento mori!………….

Posted in lavoro | 13 Comments »

Ma dove vanno a morire i cinesi?

Posted by Panzallaria on February 20, 2006

Una leggenda metropolitana, diffusasi in tutta Italia, pone un serio dubbio sui tanti cinesi che vivono nelle nostre città e che – operosi ma in disparte – conducono vite laboriose ai limiti della legalità: ma dove vanno a morire gli occhi a mandorla? qualcuno ha mai visto la tomba di un cinese?? qualche malizioso sostiene che finiscano tra le mandorle e la soya, altri che rispediscano i documenti in patria per consentire l’espatrio a parenti più longevi…

Panzallaria non si espone, ma da scribacchina, cronista dell’insipienza, si lascia affascinare da tali leggende: tante, diversificate ma sempre sinonimo di come, oltre all’aviaria, anche queste strane storie nostrane si diffondano come una pandemia…

Posted in cinic moment | 1 Comment »

Essere grassi

Posted by Panzallaria on February 18, 2006

Essere grassi non ha solo degli aspetti negativi: quando sei grasso sei fuori dai giochi di seduzione e può essere vantaggioso, soprattutto in situazioni professionali. Essere una donna grassa, spesso ti pone nella posizione materna della confidente, un po’ come una vecchia zia che ti dà saggi consigli. Un ciccione, poi, di rado ha la faccia tirata e sembra – di conseguenza – sempre molto allegro e simpatico. Non a caso si dice “farsi grasse risate”. Inoltre, se sei grasso e decidi di metterti a dieta, ogni piccolo traguardo fisico diventa una bella conquista che ti fa sentire di esercitare potere sul tuo corpo.

Posted in pensieri sparsi | 1 Comment »

Da oggi non mi arrabbio più

Posted by Panzallaria on February 17, 2006

Ho preso una solenne decisione: da oggi non mi arrabbio più. E’ stato un periodo difficile, in cui tutto era difficile, ma – da oggi – ho deciso che tutto migliorerà perché io non mi arrabbierò più per le cose della vita. Ho preso grandi decisioni che stanno per attualizzarsi, sto per intraprendere la libera professione e ho dato l’addio ad alcune idee rispetto ad alcune cose che ritenevo importanti ma che ho scoperto non essere come credevo io.

E da oggi non mi arrabbio più: perché tanto arrabbiarsi non cambia l’ordine delle cose, perché da tutte queste situazioni sto imparando molto e perché in fondo sono molto orgogliosa di come mi sto facendo andare la vita.

E faccio mia una perla di saggezza di Forrest Gump: “la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capiterà finché non lo assaggi”…

Posted in pensieri sparsi | Leave a Comment »

Morticini

Posted by Panzallaria on February 16, 2006

Ho scoperto CSI da poco; mi affascinano soprattutto i morticini: tutti quegli attori che compaiono da vivi per massimo 30 secondi, ma che la fanno da padroni con un cartellino attaccato all’alluce, squartati, sezionati e spesso con ferite orribili sulle quali indagare.

I morticini – a mio avviso – sono un fenomeno sociale da indagare; non sono l’unica ad amarli, e grazie ad un articolo di Repubblica, scopro che c’è un tizio americano che sta diventando famoso sul web e nel globo, grazie alle foto che lo ritraggono in varie pose da morticino. Un plauso all’autoimprenditorialità e eterna e magna laude agli attori morticini, de quali vorrei tanto leggere il curriculum professionale….

Posted in sociology | 3 Comments »

Ninna Nanna

Posted by Panzallaria on February 15, 2006

Non so se avete letto “Ninna Nanna” di Palahniuk; è la storia di un giornalista che scopre che alcuni bambini sono morti perché gli è stato recitato un “canto della dolce morte” di tradizione tribale; questo tizio – che ha letto la ninna nanna incriminata – va a caccia delle copie del libro in giro per l’America per distruggerle.

Nel frattempo però, recita il canto, che ha ormai imparato a memoria, a tutti quelli che lo fanno incavolare, compiendo involontarie (o quasi) stragi tra passanti, predicatori radiofonici, caporedattori e rompiscatole vari.

Ammetto di aver desiderato, in questo periodo in cui Marte è dissonante al mio segno – lo Scorpione – di avere tra le mani almeno una volta, una volta soltanto, il libercolo incriminato. Un modo veloce e pulito per migliorare la propria vita…

Posted in cinic moment | 1 Comment »

Un posto di lavoro per i nostri figli

Posted by Panzallaria on February 15, 2006

Recenti studi hanno dimostrato che da qui al 2014 si creeranno numerosi posti di lavoro, come racconta questo articolo di Repubblica; i nostri figli potranno scegliere di diventare:

  • badanti
  • infermieri
  • operatori di call center

E anche per noi si stanno aprendo enormi possibilità in questi settori; aveva proprio ragione mio padre quando mi diceva che solo con il Liceo Classico e una bella Laurea avrei potuto sperare di trovare un lavoro decente…

 

Posted in lavoro | 1 Comment »